giovedì

27 APRILE Domenica Diario




27 Aprile = Domenica = ( City Praga - Maps )

Ho dormito pochissimo sia per la stanchezza, che per l’eccitazione della serata precedente, senza contare, la paura di mancare all’appuntamento con la signora del negozio.
Alle 7 sono già alzato, faccio la doccia e indossato l’unico vestito decente, mi reco nella hall ad aspettare la mia elegante guida, fuori splende un bel sole tiepido.

Oggi è un giorno di festa a Praga e molta gente si stà recando in chiesa per assistere alla messa , i credenti di Religione Ortodossa celebrano la Santa Pasqua, si sono preparati da una settimana per questo evento che culmina con la mezzanotte del sabato, notte in cui le chiese si riempiono di fedeli per assistere alla liturgia della resurrezione di Cristo.
Alle 9 puntuale si materializza una figura a dir poco stupenda, la divisa di commessa non le faceva onore. Ci salutiamo e mi faccio guidare per la città come un pulcino dietro la chioccia.
Parla in continuazione e mi spiega tutto ciò che riusciamo a visitare, per tutta la mattinata e nonostante la inviti a mangiare qualcosa mi risponde che è presto, ma verso le 5 del pomeriggio il mio stomaco si arrabbia forte e insisto nel chiederle di andare a rifucillarci, lei è d’accordo e al primo chiosco che troviamo, ci mangiamo una montagna di “frittelle ??” sò solo che erano buone, sarà stata la fame, nel mentre un'orchestrina intona una musica stridula ma divertente.
Il sole è ancora alto, finito di mangiare facciamo due passi per la grande piazza della città vecchia. Siamo stanchi di camminare, la “guida” mi propone di andare a casa sua, anche perchè l’indomani deve alzarsi presto.
Finiamo la serata su un comodo divano, con musica romantica e dialogo piacevole e rilassante:

Come tu ben saprai, dopo le libere elezioni del 1989, nei primi anni 90 il mio Paese era tutt’altro che tranquillo, la mancanza di lavoro era l’emmergenza primaria per la stragrande maggioranza dei cecoslovacchi. Ero giovanissima e bella, appena maggiorenne scelsi di emigrare, come molte mie connazionali, alla ricerca di una vita migliore, eravamo molto ricercate dalle agenzie di moda per la nostra naturale eleganza . Alcune di noi purtroppo sono state abbindolate con promesse risultate poi tragiche trappole specie per le più ingenue, io sono stata fortunata perchè un mia cara amica conosceva un serio agente di un’agenzia di Milano che ricercava talenti per sfilate in passerella per le ricorrenti presentazioni stagionali dei nuovi modelli di abbigliamento. Ho partecipato a molte sfilate di moda fino a che una sera, un uomo cominciò a seguirmi in tutte le presentazioni dei modelli con cui mi esibivo. In un primo momento pensavo ad un personaggio dell’ambiente, ma dopo un poco di tempo ogni sera mi veniva consegnata una rosa da un ammiratore anonimo. Cercavo di capire chi fosse, ne ero lusingata e dopo qualche settimana una mia amica di lavoro mi consegnò un rosa e un biglietto con su scritto: “Ogni rosa è una goccia del mio sangue che sgorga dal mio cuore, prima che esso si dissangui dammi una speranza portando in passerella questa mia ultima goccia” Rimasi confusa e imbarazzata ma la curiosità ebbe il sopravvento. Portai il fiore con me, il cuore mi batteva, le luci dirette su di me, mi impedivano di incontrare gli occhi di chi mi desiderasse tanto. Alla fine della sfilata durante l’abituale party, si avvicina un signore di circa 40 anni, non bello, un inizio di calvizie che non lo rendeva attraente, si presenta e baciandomi la mano mi dice solo “ Grazie “ .
Si allontana senza proferire parola, allorche non so neppure io perchè, lo seguo e lo chiamo . Parliamo per tutta la sera fino a tardi, il risultato? E’ un uomo adorabile!! Molto spesso ci lasciamo ingannare dalla bellezza esteriore e questo ci fa perdere occasioni di conoscere e di amare, persone che meritano di essere amate. Adesso è il mio uomo, devo dirti però per onestà verso te, che lui è sposato, forse non approverai questo nostro strano rapporto ma all’amore non si comanda, ci vogliamo bene se anche ci vediamo solo alcuni giorni al mese sono felice così."

Non sarò certo io a criticare il rapporto che hai con il tuo uomo, i motivi che lo hanno spinto a cercare di avvicinarti e di amarti, posso capirli, tu sei una bella donna e non conosco il rapporto che ha con sua moglie. Il perchè della sua duplice condizione marito e di amante lo sa solo lui, tu puoi conoscere solo” la sua verità “ma credo che sia vero ciò che mi fù detto una volta da un anziano professore di filosofia:

Ci sono uomini che amano l’amore così tanto che hanno bisogno di sentirsi sempre pronti per un nuovo incontro che dia loro sensazioni nuove e diverse in quanto ogni donna ha un modo diverso di amare e inoltre hanno continuamente la necessità di nuove conferme per sentirsi vivi nell’anima. Così facendo essì sono grati a tutte le donne che li amano a tal punto che anche essi le amano veramente.

Si è fatto tardi le mie speranze segrete di una serata coinvolgente di carezze è naufragata ma non ne faccio certo un dramma, l’importante è che ho passato una serata in compagnia piacevole e rilassante, ci diamo la buonanotte lasciandoci andare ad un abbraccio sincero di amicizia.
Praga è la città che fà sognare, una città che ti fà vivere come in una fiaba, i sogni sono il sale della vita, senza di essi la vita ci parrebbe più dura e il sorriso sparirebbe dalle nostre labbra.
>(CONTINUA DIARIO DEL GIORNO 28 APRILE)


1 commenti:

Alessandro ha detto...

Ciao, ti ringrazio per aver linkato un mio video girato a Praga.
Ho visitato anche il tuo diario, è molto interessante e piacevole.
Una bella idea quella di raccontare le tue esperienze in giro per il mondo. Complimenti.
Un saluto, a presto.