martedì

13 MAGGIO Martedì Diario




13 Maggio = Martedì = ( City Narva - Maps )

Mi sveglio e sento che il riposo impostomi è stato salutare, non sento più i brividi di freddo, anche perchè la sera prima mi sono premunito, prendendo un’aspirina.
Tutto bene allora!? Già la macchina, faceva i capricci ieri, mi si spengeva facilmente il motore, speriamo bene, spero di arrivare almeno a San Pietroburgo indenne.
Tempo fà girovagando in internet mi imbattei in un Blog interessante, parlava della vita in Russia o meglio di una piccola città a 90 Km da Mosca, Orekhovo-Zuevo, mi servirà moltissimo nel mio percorso in questa terra a me sconosciuta, consiglio di leggerlo.
Pago la camera e mi avvio, senza purtroppo poter visitare la città. Il confine è in Narva stessa, 3 ore per poter superare la barriera di due mondi.



RUSSIA = Dogana = Paese Extracomunitario =

Km 24 Kingisepp = km 124 arrivo a San Pietroburgo, (tot km 148) posizione geografica più a nord del viaggio.

San Pietroburgo = ( Sankt Peterburg ) Seconda città della Russia come abitanti 4.700.000

Ha il porto più importante di tutto il Paese è attraversata dal fiume Neva e una ramificazione di canali in gran parte nella città.
E’ una città fantastica, in P.zza della Vittoria si erge un monumento in ricordo degli 800.000 morti nell'assedio durato 29 mesi dal Settembre 1941 al Gennaio 1944 durante la Seconda Guerra Mondiale, negli anni 90 si chiamava Leningrado.
E’ da questa città che inizio La Rivoluzione Russa nel 1905, per proseguire nel 1917.
Si possono ammirare: il Museo dell’Ermitage (ex Palazzo D’Inverno), Il Museo di Stato Russo, quello Etnografico e molti altri, si notano anche la cattedrale di Sant’Isacco e quella di San Nicola, la Piazza del Teatro e quella di Sennaja.
Ci sono un infinità di luoghi bellissimi, opere d'arte importanti da vedere, ma il tempo a mia disposizione per conoscerla è limitato e dovrò accontentarmi di ciò che riusciro a vedere, dato che il mio visto di viaggio in Russia, scade tra pochi giorni, nè avrò solo tre per visitare la città.
La metropoli è estesa e come ho detto, le cose da conoscere sono tante, conviene, data l’esperienza fatta, che mi rivolga ad un ufficio turistico e chieda l’aiuto di una guida che mi accompagni, con sicurezza e competenza presso i vari siti turistici, chiedero informazioni per trovare ciò che cerco,
Fermo un passante per chiedergli dove posso trovare l’ufficio, con piena disponibilità, cerca di darmi le giuste indicazioni ma notato la mia totale non conoscenza della città, si propone di portarmici lui stesso.
Lo ringrazio e lo invito a salire in auto e mi inoltro per le caotiche strade urbane. La città è piena di vita, se non fosse per il cielo terso e la bellezza dei monumenti, sembrerebbe di essere a Milano, dal modo come si muove, per le vie, questa marea umana.
Ma le strade sono larghe, almeno quelle che stò percorrendo, nel frattempo il mio momentaneo compagno, mi informa e fà i nomi delle bellezze architettoniche che incontriamo sul percorso.
Approfitto per chiedergli come si vive a San Pietroburgo:

Ci si vive bene la città è dotata di tutto, sia come arte che lavoro, siamo la città che forse è la più occidentalizzata della Russia. Ci sono ancora sacche di povertà ma qual’he la città nel mondo che non nè ha? A quanto dite voi occidentali, le donne dell'est sono bellissime, ma purtroppo affermate. che sono anche disponibili, ciò non è affatto vero. Ho almeno è vero solo una piccola parte, voi scambiate per disponibilità, una diversa educazione nell’approccio con gli altri esseri umani. Comunemente in tutta la Russia avere un sorriso e scambiare opinioni con i nativi non è semplice, il sorriso fatto inutilmente, per noi è segno di stupidità, per voi invece è semplicemente gentilezza per mettere a loro agio l’interlocutore

Recepito la critica arriviamo a destinazione, lo ringrazio e non posso esimermi di dargli alcuni Euro per il disturbo, ringraziandomi accetta volentieri.
Ufficio informazioni turismo” una targa al muro, una porta a vetri, entro e naturalmente, come in tutto il mondo, ti accoglie il sorriso di una hostes bella e gentilissima.
Le chiedo ciò che cercavo, con ottima professionalità mi informa dettagliatamente dei loro servizi, prezzi ecc. pochi minuti ed ho gia in tasca il contratto per 3 giorni di un un bilocale del centro città, il nome e numero telefonico della mia guida e inoltre carta turistica, indirizzi di locali: pub, night, ecc.
Ringrazio e facendole i complimenti per la sua professionalità, non rinuncio ad un commento galante nei suoi riguardi, la saluto ed esco per recarmi presso l’appartamento.
Il bilocale è grande e arredato bene, dalla finestra intravedo in fondo alla strada la Piazza della Vittoria.
Telefono alla mia guida, mi risponde una voce giovanile di donna è già stata informata della mia richiesta, fissiamo l’appuntamento per l’indomani mattina.
Non mi sento di girovagare per la città da solo, anche stasera non sono nel pieno delle mie forze e l’auto ha bisogno di essere controllata in un’officina, abbiamo bisogno di riposo tutti e due.
Ceno in un pub vicino e vi rimango anche a fine pasto, ad ascoltare un suonatore di balalaika che intrattiene gli avventori.
Dopo un pò torno a casa e attendo l’indomani dormendo pesantemente.
>(CONTINUA DIARIO DEL GIORNO 14 MAGGIO)

0 commenti: