domenica

4 MAGGIO Domenica Diario




4 Maggio = Domenica = ( City Augustow - Maps )

Alle 12 mi sveglio consapevole di aver fatto un sonno agitato e sicuramente aver sognato molto ma come di solito mi capita, non ricordo niente.
Dopo una salubre doccia rinfrancante, penso di essere in condizioni di poter riprendere la via del nord. Il cielo non promette niente di buono, data l’ora e non aver ancora mangiato niente, se non un toast e un caffè, penso di percorrere pochi chilometri per poi fermarmi vicino alla frontiera della Lituania.

Km 30 Suwalki = km 27 confine con la

LITUANIA = Paese comunitario

Km 3 Kalvarija = km 26 Marijampole = km 44 Garliava = km 15 arrivo a Kaunas - ( tot km 141 )

Kaunas = ( Kayhac * Kowno ) abitanti 365.000

La città è alla confluenza di due fiumi il Nemis e Nemunas, la città vecchia e posta su una penisola, proprio alla loro confluenza.
Dopo varie distruzioni è stato recentemente ristrutturata la Fortezza, costruita nel XI secolo, vicino ad esso si trovano: la chiesa di S, Giorgio e una piazza quadrangolare, con la Torre del Municipio, alta 53 mt. In conseguenza del tempo avverso, dato da una fastidiosa pioggerellina il traffico quasi è inesistente, ho fatto chilometri di strada deserta e incontrato pochissime case, sono voluto comunque arrivare fino alla tappa prefissata.
Non ho molto tempo per notare come si presenta all’arrivo la città, se non che vi è molto verde e una varietà di architettura che mi incuriosisce, ma considerazioni più approfondite le faro l’indomani, essendo già sera mi fermerò almeno un giorno.
Trovo un alberghetto piccolo con poche stanze e a un prezzo quasi ridicolo, prendo possesso della camera faccio il solito riposo rilassante, dopo poco, scendo a piano terra e chiedo all’albergatore, un posto per mangiare e per passare due ore a bere qualcosa.
Mi indirizza presso un pub dove fanno, a suo dire, un ottima pizza, Pica in lituano, per il dopo cena, mi indirizza verso un locale che non è altro che una discoteca.
La pizza, con mia meraviglia è ottima e il perchè è presto detto, la pizzeria è gestita da un’italiano, che venendo a sapere che nel suo locale è presente un conpaesano, si presenta e senza complimenti si siede al mio tavolo.
Ci salutiamo cordialmente come vecchi amici, mi chiede mille cose dell’Italia e soltanto il poter parlare italiano, ci rende entrambi euforici.
Mi racconta che si è sposato con una lituana più giovane di 16 anni, lui ne ha 45 è felice, in Italia faceva il pizzaiolo, un giorno conobbe una studentessa che lo invitò a passare le vacanze nel suo paese, la ragazza era carina, tanto che nel Maggio di 5 anni prima, decise di andare in Lituania in vacanza per incontrarla.
Oggi quella ragazza è sua moglie ed hanno due bambini meravigliosi. Ha nostalgia della nostra terra incantata, ed ogni due anni ci torna qualche giorno per venire ha trovare la sua famiglia. Kaunas non lo attira molto, ma la vita scorre con tranquillità e non è frenetica come quella di quasi tutte le città italiane.
La popolazione del posto è in genere gentile, la loro calma e le stagioni frenano la volontà di correre freneticamente, l’inverno per il freddo e l’estate per il piacevole tepore del sole che possono godere per pochissimi mesi l’anno.
Come in tutte le piccole e medie città del mondo, la vita notturna si svolge in zone abbastanza ristrette delle città, Kaunas non fà eccezione.
Divorata la pizza il paesano mi costringe a seguirlo a casa sua, mi presenta la sua bella famiglia e tra una chiacchera e l’altra vado a dormire intorno alle 23.
>(CONTINUA DIARIO DEL GIORNO 5 MAGGIO)


0 commenti: